Benelli Leoncino 2018 – Test Ride

La benelli ci riprova! E ci riprova con stile sfoderando dalla gabbia la Leoncino!
Questa piccola ma aggressiva bicilindrica in linea, 4 tempi, raffreddamento a liquido, monta lo stesso motore della TRK 502 ma qui è molto più aggresivo,.
Lo stile Benelli con il telaio a tralicci in acciaio a vista ed supportato una forcella upside-down con steli rovesciati dal diametro di 50mm mentre il posteriore ha un forcellone oscillante con monoammortizzatore laterale regolabile in precarico
Bella da vedere e comoda da quidare è una moto semplice senza tanti fronzoli, abs disinseribile, contachilometri a cristalli con parziali totali e luce a led a u rovesciata al faro anteriore

Ho provato la Leoncino sia nel traffico in città che nelle curve del monte Conero, costeggiando il mare e l’impressione che si ha del motore benelli qj è molto positiva, non ci si aspetta che un motore così piccolo che comunque deve spingere 186kg a secco
ai bassi risponda cosi’ bene, ma quando si vuole osare di più eroghi così tanto brio, senza picci eccessivi o improvvisi ma comunque sia costante e brillante mentre le gomme da 120/70 all’anteriore e 160/60 al posteriore entrambe da 17 pollici lavorano bene con la ciclistica e permettono pieghe di tutto rispetto.
La frenata è ottima, di categoria superiore, il doppio disco semiflottante da 320mm con pinze radiale a 4 pistoncini ed abs non mettono in crisi il pilota nelle frenate improvvise l’anteriore è aiutato da un disco singolo da 260mm con pinza flottante a singolo pistoncino
Sono arrivato in concessionaria con ancora in mente le sensazioni della benelli trk 502, sicuramente un ottima tourer per iniziare,
sono rimasto esterefatto dalla facilità di guida di questa leoncino sia nel misto che in città,
il suono che produce il motore dal terminale originale è pieno sembra quasi una cilindrata maggiore, la posizione di guida è piacevole e non caricata, la sella è ben rifinita e molto comoda,
personalmente dopo non appena qualche chilometro ho avuto la sensazione che la moto fosse mia e la guidassi da parecchio tempo.
Due pecche le ho comunque trovate, Il contachilometri che comunque sia è bello da vedere, non è cosi’ funzionale, in velocità i numeri che aumentano o diminuiscono non ci capiscono e il contagiri è molto lento, con il riflesso del sole diventa tutto illeggibile.
Il secondo difetto è la posizione della chiave per il porta oggetti sotto la sella, di difficile intuizione.
La mia conclusione? Un ottima moto! Qualità e prezzo ad aprile 2018 a 6190€ chiavi in mano, elementi che attualmente nel mercato non ci sono, consigliata a chi vuole una moto nuova e non economicamente molto impegnativa sia da acquistare e mantenere

Chinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianJapaneseRussianSpanish

Categorie: