La moto e gli strumenti del MOTO-VIAGGIATORE LOW COST

La moto e gli strumenti del MOTO-VIAGGIATORE  low cost, sono il punto di partenza per viaggiare, un kit di attrezzi ben testati e accuratamente selezionati sono alla base rendere il viaggio impeccabile ma sopratutto low cost!

Cominciamo, parliamo della moto:

Un lungo viaggio inizia dalla moto, può essere costosissima o economica, l’importante sono i consumi, se abbiamo un ktm che fà 12km a litro su di un viaggio di 10.000km calcolando il costo medio della benzina a 1,6€ al litro spenderemo solo per dargli da bere circa  1300€ di benzina circa 830 litri! mentre con una moto più pacata sia su

una moto economica e che consumi poco

risparmiare benzina sulla moto

carta che su strada tipo un bistrattatissimo suzuki vstorm 600 che arriva ai 20km al litro, sempre per la stessa tratta spenderemo 800€ circa 500 litri, c’è una differenza sostanziale nel nostro portafoglio!

Per i grandi viaggi non conta quanto sia bella la moto! tanto si sporcherà! ma quanto sia affidabile, comoda ma sopratutto parsimoniosa, nell’esempio sopra fatto c’è una differenza di 500€ soldi, che potrebbero coprire quasi due settimane di alloggi!

nessuno ci impedisce di andare con una moto che fà 9km a litro a capo nord, però non sarebbe un viaggio low cost nel fattore consumi, però se continuerete a seguire la guida troveremo altri modi per risparmiare.

I difetti strutturali:

Capita spesso di leggere nei forum legati al modello della propria moto alcuni piccoli difetti che succedono a tutti, legati all’usura o ad un difetto di fabbrica, per esempio, della repentina usura del para-olio della forcella.

Bene!

State sicuri che se sorvolate queste dicerie per 9€ di paraolio, rischiate di rovinare un intero viaggio. Quindi o lo cambiate prima della partenza o portate il ricambio di scorta con voi; certo, un pistone intero o un cerchione, per evidenti problemi di trasporto e di location non ce li porteremo mai dietro, ma ci sono dei piccoli componenti, quali, ingranaggi del sistema in plastica, paraoli, fili dei freni, lampadine, ecc… ecc… ecc… che occupano poco spazio e come detto sopra in base alle voci lette nei forum, social o semplicemente per sentito dire faremo bene ad avere dietro. al massimo, se non li useremo per questo viaggio li useremo domani.

preparare la moto ad un grande viaggio vuol dire risparmiare

preparare la moto ad un grande viaggio vuol dire risparmiare

Oltre alle cose immancabili quali:

  • Kit riparazione gomme (tubless o camera d’aria) in entrambi i casi una o due bombolette di schiuma fanno sempre comodo.
  • Lampadine, faro frecce stop
  • Fili frizione/gas
  • Fusibili, almeno due di ogni tipo che monta la moto, occupano poco spazio ma camminare senza strumentazione non è piacevole
  • Grasso per catena e pulitore! Pulire ed ingrassare la catena è il segreto!
  • proprio sul kit di attrezzi mi soffermo: solitamente ogni marchio che si rispetti da, insieme alla moto, un piccolo kit di attrezzi, chiavi, brucole e cacciavite, utilissimo! Ma non completo!
  • Libro di Officina

Armatevi del libretto di officina specifico per il vostro modello di moto, che solitamente si trova sia su richiesta dal concessionario, oppure online gratuitamente o a pagamento, dipende da quanta voglia avete di cercare.

Stampatelo o salvatelo sullo smart-phone: da quel momento, sarà la vostra religione finché non cambierete moto! successivamente perdete dei pomeriggi o dei fine settimana a cambiare qualche pezzo base della moto, uno specchietto, le lampadine del fanale, le frecce, la o le candela/e, il filtro dell’aria, il filo dell’acceleratore o della frizione, la catena, le pasticche dei freni con eventuale spurgo del liquido e se siete coraggiosi provate a cambiare la vostra frizione, seguendo sempre passo passo il vostro libretto di officina

facendo questi piccoli lavoretti di manutenzione prenderete affidabilità con la propria moto e vi farete un vostro personale toolbox di attrezzi, vedrete, quelle quattro chiavi messe in croce dalla casa madre, si romperanno velocemente ma noi le avremo già rimpiazzate e saremo pronti ad ogni evenienza….

Ora che conosciamo la moto e siamo pronti a quasi ogni evenienza prepariamoci al peggio!

Ci sono delle piccole assicurazioni fornite dai club (io avendo una bmw sono nel Club BMW Motorrad)  o da altri enti (Europcap) a livello non solo nazionale ma europeo e mondiale,  che proprio nei casi peggiori, con una piccola spesa annuale, ti salvano il sederino! venendoti a prendere la moto gratuitamente con il carro-attrezzi convenzionato, spesando l’alloggio per il periodo della riparazione e in alcuni casi gravi anche il rientro, naturalmente poi il meccanico lo pagate di tasca vostra se non coperto.

Ora, c’è la filosofia zen del “parto a muzzo tanto c’ho i sordi!” e quindi potete partire anche senza un cacciavite, senza una candela, senza un assicurazione, all’avventura ma prima o poi la catena si allenterà o una spia sul quadro si accenderà a quel punto toccherà fermarsi da un meccanico, far controllare la moto e tirare fuori soldi, per la permanenza, il carro attrezzi, il pezzo nuovo ed il meccanico, non siamo più nel viaggio low cost!

Chinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianJapaneseRussianSpanish

Categorie: